"Profilandosi oltre la nebbia c'era un'isola dalle sabbie nere e dalle rocce frastagliate, dai picchi vulcanici e dagli strani Rahi, che volavano e roteavano nel cielo. Nonostante la brillante luce che proveniva delle acque intorno a lei, l'isola sembrava essere in un'oscurità perpetua."

—Narratore, Federation of Fear

Artidax era un'isola dell'Universo Matoran, situata nelle isole meridionali.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Artidax venne creata dai Grandi Creatori nel corso della costruzione dell'universo Matoran. Quando Teridax incaricò Spiriah e Krika di giustiziare lo spodestato Miserix, Krika trasgredì gli ordini e prese la decisione di risparmiare Miserix, imprigionandolo nella piccola e remota Artidax. Krika piazzò sull'isola molte trappole anti-Makuta e diversi Rahi che impedissero a Miserix di fuggire, o a qualcuno di salvarlo. Migliaia di anni dopo, i Toa Nuva Tahu e Kopaka, seguendo le indicazioni del rotolo delle preparazioni, si recarono su Artidax per spegnere alcuni volcani della zona, salvando inconsciamente Makuta Miserix. Poco dopo, Brutaka e il suo team sbarcarono sull'isola, dove Spiriah venne subito attaccato dal terreno, una trappola predisposta per i Makuta. Roodaka lo salvò mutando il terreno con il suo Rhotuka e Brutaka convinse Spiriah a procedere per primo per stanare potenziali trappole. Il gruppo proseguì all'interno di una caverna, sulla cui entrata era posto un filo che poteva azionare una trappola. Tutti lo evitarono con attenzione, ma Takadox, rimasto ultimo, lasciò passare gli altri e poi lo tagliò, azionando una frana che chiuse la caverna. Costretti a proseguire, Brutaka e il suo seguito si addentrarono nella caverna, dove superarono alcuni Rahi ostili. Giunsero infine al cospetto di Miserix, che accettò di essere liberato in cambio del sostegno contro la confraternita, non prima di aver ucciso Spiriah per averlo tradito anni prima. Il Makuta, appena libero, stordì i Klakk che lo sorvegliavano, dopodiché sfondò la fiancata della grotta e, caricati sul dorso i suoi liberatori, abbandonò l'isola in volo, giurando di distruggerla, prima o poi. Takadox invece non era riuscito ad allontanarsi dall'isola, perché la barca con cui era arrivato si era sfracellata. Vide poco dopo due agenti dell'Ordine di Mata Nui piazzare un congegno esplosivo nel vulcano dell'isola. In seguito JallerHahli e Nuparu arrivarono su Artidax con il cuore dei Visorak, con il preciso compito di riunire lì tutte le orde Visorak. Queste sarebbero poi state spazzate via dall'eruzione programmata. Takadox però li intercettò e li ipnotizzò, riuscendo finalmente a fuggire con la loro imbarcazione. Prima di essere assalito dai Visorak in avvicinamento, Jaller venne per fortuna vegliato da un messaggio telepatico di Teridax e i tre Toa Mahri abbandonarono Artidax in tempo, mentre i Visorak vennero investiti dall'eruzione e cancellati dall'esistenza. Dopo la morte di Teridax e l'evacuazione di massa dell'universo Matoran, Artidax è stata smantellata.

Località[modifica | modifica sorgente]

Artidax era una delle isole meridionali. Si presentava come un luogo inospitale, ricoperto di oscurità e pieno di Rahi misteriosi. Possedeva alcuni vulcani, che vennero spenti da Tahu e Kopaka durante le loro missioni. Krika, dopo aver imprigionato in una caverna Miserix, pose molte trappole nascoste per respingere intrusi, o impedire al Makuta la fuga.

Trivia[modifica | modifica sorgente]

  • Artidax doveva essere in origine il nome della maschera della mutazione, Kanohi indossata da Mutran. Tuttavia Greg Farshtey, quando ha appreso che nei set la maschera di Mutran sarebbe stata uguale a quella di Chirox, affidò la maschera a Miserix e riassegnò il suo nome all'isola.


Universo Matoran

Metru NuiKarzahniXiaZakazOdinaContinente SettentrionaleContinente Meridionale (Voya NuiMahri Nui)Karda NuiDestralDaxiaSteltArtakhaIsola di Tren KromNynrahVisorakIl PozzoIsole Meridionali (Artidax)

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.