"L'impero dei Barraki stava per risorgere."

—Narratore

City of the Lost è il sesto libro della serie BIONICLE Legends e il primo del 2007. Parla degli avvenimenti che si verificano presso Mahri Nui dopo l'arrivo della mitica Ignika.

Trama[modifica | modifica sorgente]

In un flashback iniziale, si vede come Teridax, alla guida di un esercito della Confraternita dei Makuta, riesca a sconfiggere e catturare i sei Barraki, leader della Lega dei Sei Regni, che hanno tentato di rovesciare il governo di Mata NuiBotar interviene prima che Teridax possa ucciderli e li conduce nel Pozzo. Con il tempo, i Barraki verranno dimenticati, mentre Teridax trarrà spunto dal loro progetto per formularne uno personale di conquista dell'Universo MatoranAdessoReysa, un Onu-Matoran del villaggio sottomarino di Mahri Nui, viene ucciso in circostanze misteriose nei pressi dei Campi d'ariaDefilak, leader del concilio di Mahri Nui, indice dunque una missione esplorativa nelle acque nere che circondano il villaggio per comprendere chi o cosa stia attaccando i Matoran. Intanto Kyrehx, una sentinella del villaggio, avvista sprofondare una Kanohi e la prende, non sapendo di avere fra le mani la Ignika, una delle Kanohi più potenti mai esistite. Sulla via per il concilio, Kyrehx viene però attaccata da alcune alghe marine, che il potere della maschera ha reso molto più grosse, e, spaventata, decide di affidare la Ignika a Dekar, un Po-Matoran cacciatore. I due non si accorgono che un calamaro marino li ha visti; la creatura si reca da Kalmah, il suo sovrano, il quale, appreso che la leggendaria maschera della vita è stata avvistata a Mahri Nui, riunisce i Barraki e parla con loro della possibilità di usare i poteri della Ignika per fuoriuscire dall'oceano e rifondare un impero. I Barraki allora si separano per trovarla. Defilak, SardaGar e Idris vengono scelti per effettuare la spedizione e utilizzano il Sottomarino di Defilak per scendere nelle acque nere ed esplorarle. Poco dopo tuttavia vengono attaccati da ogni lato da banchi di squali Takea, che fanno a brandelli il veicolo, dopodiché il loro leader Pridak, capo dei Barraki, cattura i Matoran e li porta in una caverna isolata, dove li interroga riguardo la Ignika. Nel frattempo Ehlek interessato più a distruggere Mahri Nui che alla Ignika, organizza un esercito di anguille velenose e sferra un attacco sulla città. Mentre i Matoran combattono per difendersi, Kyrehx viene catturata da Carapar, che la porta da Takadox. Takadox ipnotizza la Ga-Matoran per estorcerle informazioni sulla maschera, scoprendo che non è più nelle sue mani. Invia perciò Carapar a fermare Ehlek, che attaccando la città rischia anche di distruggere la Ignika. Defilak, mentre combatte con le anguille, si accorge che il potere della maschera gli impedisce di uccidere o anche solo ferire altre creature. Preoccupato dai suoi poteri, risolve di distruggerla. Mentre Pridak interroga Defilak, getta Sarda fra i Takea perché il Le-Matoran si rifiuta di parlare; Gar e Idris invece riescono a fuggire dalla caverna e tentano di raggiungere Mahri Nui. Kalmah e Mantax intanto trovano Dekar in possesso della Ignika e lo inseguono fino ad una caverna, dove il Po-Matoran tenta di mandare in frantumi la Ignika. Questa allora, per difendersi, libera i suoi poteri su un anguilla velenosa vicina, che viene così trasformata in un mostro di 90 metri, che sbaraglia i due Barraki e parte per Mahri Nui, attirata dalle sue luci. Carapar riesce a fermare la furia distruttiva di Ehlek, dopodiché si reca dai Matoran e li avvisa che, fino a quando loro non daranno ai Barraki la Ignika, i suoi Keras presidieranno i Campi d'aria, impedendone l'accesso. I due Barraki si imbattono poi in Brutaka, un prigioniero del Pozzo, che chiede di essere portato alla maschera della vita. Kalmah, Mantax e Pridak, che ha abbandonato Defilak, tentano intanto di fermare l'anguilla gigante, che dopo aver evitato Mahri Nui (i suoi Matoran hanno infatti distrutto tutte le Pietre di luce per confonderla) si lancia ora contro la Corda, ma vengono sconfitti. Sono poi raggiunti da Carapar, Ehlek e Brutaka e i sei si recano nuovamente da Dekar. Qui Brutaka, dicendo di essere un membro dell'Ordine di Mata Nui, cerca di convincere il Matoran a cedergli la Kanohi, ma nessuno dei presenti è a conoscenza dell'Ordine, perciò il tentativo fallisce miseramente e Kalmah ordina ad uno dei suoi calamari giganti di afferrare Brutaka e trascinarlo negli abissi. Pridak poco dopo strappa da Dekar la maschera, la quale tuttavia emette un'esplosione di luce che acceca i Barraki e inonda tutta Mahri Nui.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Trivia[modifica | modifica sorgente]

  • L'Ehlek raffigurato sulla copertina è un prototipo del vero Barraki, in quanto possiede occhi rossi invece che azzurri e il suo calamaro è nero invece che giallo.


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.