Bionicle Wiki ITA Wikia
Advertisement

"La sfida dell'essere Makuta consiste nello scegliere quali poteri usare per distruggere i propri nemici. Diventa noioso usare sempre gli stessi. La varietà è il bello della distruzione, dopo tutto."

Antroz

Shadows in the Sky è il nono libro della serie BIONICLE Legends e il primo del 2008. Parla dell'arrivo dei Toa Nuva a Karda Nui e del loro scontro con i Makuta.

Trama[]

Su Karda NuiTanma e Gavla controllano lo stato degli spaventapasseri per Rahi che tengono nel loro villaggio, quando Makuta Chirox li attacca dal cielo e rilascia su Gavla una Sanguisuga d'ombra. L'Av-Matoran viene trasformata in una Matoran oscura, che attacca Tanma, e quest'ultimo fugge dal posto, solo per scoprire che il villaggio è già stato attaccato e conquistato dagli invasori nello stesso modo. Decide quindi di scappare per avvisare gli altri. Una settima dopo, solo un villaggio resiste all'assedio dei invasori, membri della Confraternita dei MakutaRadiak lascia il villaggio per sistemare alcuni viticci luminosi, ma viene scoperto da Vamprah e trasformato anch'egli in un Matoran oscuro. Poco dopo Tanma esce allo scoperto e nota Matoro cadere a Karda Nui con la Ignika. Temendo un attacco, si nasconde e poco dopo la Ignika rilascia una potente esplosione di luce che investe tutta la caverna. I tre Makuta allo scoperto - Antroz, Chirox e Vamprah - sono permanentemente accecati. Gli Av-Matoran ancora liberi decidono di cogliere l'occasione per sferrare un attacco sui Makuta, ma questi scoprono di poter usare i Matoran oscuri come loro "occhi" grazie ad un collegamento telepatico, riprendendo così il controllo della situazione. Lo scontro volge a sfavore dei Matoran, ma in quell'istante i Toa Nuva appaiono dal nulla e i Makuta, sorpresi, optano per una ritirata. I Toa intanto si rendono conto di essere già stati a Karda Nui, migliaia di anni prima. Il team si reca poi al villaggio dei Matoran, dove apprende le ultime vicende avvenute ed anche che Matoro ha utilizzato la Ignika. Ritenendo vitale recuperare la preziosa Kanohi prima che possano farlo i Makuta, i Toa si dividono in due gruppi: TahuGali e Onua andranno a cercare la maschera nella palude che si trova alla base di Karda Nui, mentre PohatuLewa e Kopaka rimarranno nei cieli per difendere gli Av-Matoran dai Makuta. Solek dona poi a Kopaka una chiave di volta, raccontandogli che, stando alla leggenda, Mata Nui potrà essere risvegliato una volta trovate le sei chiavi, dopodiché lo informa che una è nelle mani di Kirop, un Matoran oscuro, e un'altra invece è posseduta dai Makuta. Nel frattempo i Makuta discutono della situazione e Antroz decide di convocare sul posto Icarax per combattere i Toa, perciò Mutran crea un mostruoso ibrido Rahi volante, che Vican usa poi per raggiungere Destral e convincere Icarax, deciso a dimostrare ai Makuta la superiorità delle sue idee su quelle di Teridax, a raggiungere Antroz e gli altri. Nelle acque della palude, la Ignika comprende di essere in pericolo e, intrigata dall'esperienza di Matoro, decide di scoprire cosa voglia dire essere un eroe Toa, quindi usa elementi della palude per crearsi un corpo e poi un veicolo volante, che usa per fuggire dalle acque; stabilisce che da ora il suo nome sarà Toa Ignika. In seguito i Toa riescono a catturare Kirop e gli prendono la seconda chiave, per poi lasciarlo volontariamente fuggire, facendogli credere che un imminente attacco dei Toa sta per tenersi contro la base dei Makuta, perciò Kirop vola rapidamente al nido delle sanguisughe d'ombra ed avvisa di ciò Mutran, il quale si accorge troppo tardi che i Toa hanno seguito il Matoran. I Toa, invece, hanno incontrano lungo la via Toa Ignika, ancora incapace di parlare, che si è unito alla loro causa. Dentro il nido, Pohatu, Lewa, Tanma e Photok, oltre a Toa Ignika, partono per trovare le vasche in cui sono cresciute le sanguisughe, mentre Kopaka e Solek rimangono ad affrontare Mutran. Questi però, tramite un'illusione, fa sembrare ai Toa il nido un labirinto, e Toa Ignika un mostro ostile, tanto che Pohatu e Lewa iniziano ad attaccarlo. Kopaka, combattendo Mutran, riesce a sconfiggerlo ed a seppellirlo sotto uno spesso strato di ghiaccio, mentre gli altri escono dall'illusione e scoprono che il loro silenzioso alleato indossa proprio la Ignika. Gli altri tre Makuta tuttavia arrivano all'istante e sconfiggono tutti i presenti, dopodiché incatenano i Toa e portano via gli Av-Matoran. Lewa viene poi minacciato con una sanguisuga d'ombra da Mutran, perciò Pohatu interviene e si libera con la sua Kakama Nuva, condividendo il suo potere con gli altri e confondendo i Makuta. Toa Ignika procede poi a far crollare il nido. Dopo essersi ripresi dallo scontro, i Makuta, raggiunti nel frattempo da Icarax, contrattaccano e sferrano un devastante attacco all'ultimo villaggio Matoran, solo per scoprire che è vuoto: i Toa e i Matoran infatti ne hanno approfittato per recarsi nella tana dei Makuta e rubare la terza chiave di volta. Poco dopo le due fazioni si scontrano in una dura battaglia nei cieli di Karda Nui. Icarax rivolge le sue attenzioni su Toa Ignika e lo sconfigge senza difficoltà, ma, quando tenta di afferrare la preziosa Kanohi, la Ignika lo fa devolvere nella sua vecchia forma biomeccanica, causandogli un terribile dolore; Antroz invece viene attaccato e la sua armatura perforata. Mutran, notando la situazione sfavorevole, libera una devastante esplosione oscura e convince i suoi compagni a ritirarsi verso la palude, ma i Toa lo intercettano e, saputi i piani dei Makuta, decidono di fare lo stesso per ricongiungersi con Tahu e gli altri. Lontano da Karda Nui, intanto, Teridax arriva in un luogo altamente protetto. Nonostante i numerosi dispositivi di difesa, il Makuta passa indenne attraverso di loro senza problemi, essendo essi progettati per esseri con corpi fisici, e non di pura energia. Là, Teridax dà il via alla fase finale del suo piano, che non potrà che rivelarsi un successo.

Personaggi[]


Advertisement