Bionicle Wiki ITA Wikia
Advertisement

Bara Magna, nota anche come il Grande deserto, è una vasta regione di Spherus Magna. In origine desertica, divenne un pianeta a sé stante a seguito della FrantumazioneMata Nui ha poi ricostituito il pianeta e donato vita alla regione.

Storia[]

Primi anni[]

In origine Bara Magna costituiva gran parte di Spherus Magna ed era per lo più desertica, ma caratterizzata da una civiltà molto avanzata. Era anch'essa governata dai Grandi Creatori. Dopo la Guerra del nucleo e la Frantumazione, però, Spherus Magna si frantumò in tre parti, di cui quella comprendente Bara Magna rimase la più estesa e la più popolata.

La Frantumazione[]

Dopo la catastrofe, i Signori elementali, responsabili del conflitto, rimase imprigionati sul pianeta e le Tribù si resero autonome, ma per evitare nuove guerre crearono i duelli nell'arena, combattimenti in cui Glatorian assunti dai vari villaggi si scontrarono per il possesso di risorse. La regione stessa divenne molto arida e molte città e strutture furono abbandonate, finendo per scomparire nei deserti. La Tribù della sabbia, incapace di adattarsi ai mutamenti del pianeta, regredì velocemente ad uno stato bestiale e i suoi membri, esclusi dalla nuova società planetaria, si stabilirono in branchi e cominciarono a cacciare nel deserto per sopravvivere. I Signori elementali si affrontarono poi nuovamente fra loro per tentare di raggiungere il centro della Valle del labirinto e impossessarsi così dei poteri dei Grandi Creatori. Molti membri della Tribù della roccia si ritrovarono tagliati via dalla loro patria a Bota Magna e si stabilirono nella regione a nord delle Montagne dalle punte nere, conquistata rapidamente. Molti anni dopo però i Baterra, robot assassini costruiti anni prima dai Grandi Creatori, decimarono le loro fila e Tuma, ultimo membro della classe dominante Skrall, migrò verso sud con i sopravvissuti, stabilendosi nel villaggio abbandonato di Roxtus. Da allora iniziarono a progettare di conquistare tutta Bara Magna: aderirono ai duelli nell'arena, che dominarono grazie alle loro capacità, e si allearono con un Agori traditore, Metus, per prevedere le mosse dei villaggi. Poterono così sferrare un attacco ad Atero durante l'ultimo Grande torneo e devastarla.

Arrivo di Mata Nui[]

Mata Nui atterrò su Bara Magna dopo essere stato rinchiuso nella Kanohi Ignika ed espulso dal suo vecchio mondo, ora dominato da Teridax.

Bara Magna prima della Frantumazione

Condotto da Metus a Vulcanus, salvò la vita ad Ackar durante un duello con Strakk e insieme a lui e a Kiina si recò verso Tajun, sperando di scoprire di più su come tornare nel suo mondo e salvarlo, facendosi accompagnare da Kiina in un laboratorio sotterraneo dei Grandi Creatori. Contemporaneamente, gli Skrall si allearono con i Cacciatori di ossa e saccheggiarono Tajun; Mata Nui, Ackar e Kiina, affiancati anche da GreshBerix, raggiunsero allora Tesara per avvertire gli Agori e i Glatorian che gli Skrall e i Cacciatori si erano alleati, e che l'unico modo per sconfiggerli era abbandonare le arene ed unificare le tribù. Gli Agori, sorpresi dalle abilità di Mata Nui, accettarono ed iniziarono a trasportare i vari villaggi verso Tesara per unirli. Nel frattempo Kiina e Berix furono rapiti dagli Skrall e Mata Nui decise di recarsi a Roxtus, dove sfidò a duello Tuma per liberarli e lo sconfisse. Metus allora rivelò i suoi veri piani, tentando di prendere il controllo della Tribù della roccia, ma un esercito di Agori e Glatorian sferrò un attacco contro Roxtus e spazzò via gli Skrall e i Cacciatori di ossa. Dopo lo scontro, i villaggi furono unificati, formando il Mega-Villaggio, che non era altro che un antico robot costruito millenni prima dai Grandi Creatori.

Battaglia di Bara Magna e riunificazione[]

In seguito Mata Nui partì per la Valle del labirinto, in cui riuscì ad entrare e dove scoprì la sua vera missione, riformare Spherus Magna. Aiutato da Tarduk, trovò nella fortezza una Fonte di potere in grado di riattivare il robot prototipo.

Bara Magna vista dallo spazio

Chiese a Raanu, leader del Mega-Villaggio, di affidarglielo per proteggere Bara Magna e i suoi abitanti da Teridax, che stava venendo per ucciderlo definitivamente, ma Raanu si rifiutò per non mettere a repentaglio la vita dei suoi Agori. Alla fine però Raanu cedette e Mata Nui poté prendere il controllo del robot dopo averlo evacuato ed usò i suoi poteri gravitazionali per attirare Aqua Magna e Bota Magna verso Bara Magna e riformare il pianeta. Teridax tuttavia atterrò nel deserto e lo sfidò nel suo vecchio corpo, costringendolo a combattere in una battaglia titanica. Sebbene in difficoltà, Mata Nui combatté strenuamente, mentre i Glatorian tentarono di distrarre Teridax, che per questo scatenò su di loro un'orda di RahkshiTahu riuscì però a spazzarla via grazie all'Armatura d'oro e Mata Nui ebbe l'occasione di uccidere Teridax, spingendo la sua testa contro un frammento di Aqua Magna. Morto il Makuta, Mata Nui riuscì a terminare la sua missione riformando Spherus Magna e sfruttò i suoi ultimi poteri rimasti nel robot per donare vita alla flora e alla fauna di Bara Magna.

Località[]

Una zona desertica di Bara Magna di notte, con Aqua Magna visibile nel cielo

I deserti ricoprivano la maggior parte della regione, escluse le zone in cui sorgevano i villaggi o dove potevano trovarsi delle oasi. Mancavano comunque laghi o mari ed era presente solo un lungo fiume che ne attraversava una parte. Poche piante crescevano nelle regioni aride di Bara Magna. Proprio nel deserto si potevano trovare resti di antiche strutture, che dopo la Frantumazione erano state abbandonate in massa. Dopo la riformazione del pianeta, Mata Nui ha fatto in modo che vaste zone di Bara Magna fossero invece ricoperte da vegetazione.

Trivia[]

Advertisement