La Grande Barriera era la parete della cupola in cui si trovava Metru Nui e delimitava il Mare d'argento.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La Grande Barriera fu ultimata durante la costruzione di Metru Nui. Separava l'isola dalle altre presenti nell'Universo Matoran, e conteneva solo sei passaggi verso l'esterno. Quando Teridax, nei panni di Dume, prese il potere a Metru Nui, inviò i Toa Mangai a chidere i passaggi. I Toa rimasero però tutti vittime di un agguato organizzato condotto da Eliminator, assoldato dallo stesso Teridax. Con loro morì anche il cronista Kodan. Durante il Grande Cataclisma la barriera fu gravemente danneggiata e diversi nuovi passaggi furono creati. I Toa Metru tentarono di attraversarla poco dopo, ma Teridax li costrinse a sfidarli. I Toa riuscirono comunque a sconfiggerlo e lo imprigionarono in una gabbia di Protodermis solido su una parete della barriera. Teridax fu poi liberato. Dopo la morte di Teridax, molti anni dopo, la grande barriera è stata smantellata. 

Un passaggio nella barriera

Località[modifica | modifica sorgente]

La Grande Barriera aveva sei passaggi che conducevano ad altre isole e un cancello che portava al Mangaia. Inoltre era attraversata da alcuni Chute sottomarini, uno dei quali conduceva a Karzahni.



I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.