Bionicle Wiki ITA Wikia
Advertisement

La Guerra Skrall è stato un conflitto combattuto fra gli Skrall (alleati con i Cacciatori di Ossa) e le altre tribù del pianeta.

Conflitto[]

Preparazione[]

Gli Skrall, stabilitisi a Roxtus dopo aver abbandonato la loro regione per sfuggire ai Baterra, iniziarono, sotto la guida del loro leader Tuma, a progettare di sottomettere l'intera regione di Bara Magna, e per farlo aderirono al sistema dei duelli nell'arena, accaparrandosi risorse a scapito degli altri villaggi. Metus, un Agori di Iconox, strinse con Tuma un patto, passandogli regolarmente informazioni sui vari villaggi così da prevederli, ed agendo come intermediario con i Cacciatori di ossa, che divennero alleati degli Skrall. Tuma velocizzò i suoi piani dopo aver scoperto che i Baterra si stavano avvicinando a Roxtus, e raggiunge un accordo con le odiate Sorelle degli Skrall per farsi promettere che avrebbero distrutto ogni Baterra sul loro cammino.

Battaglia di Atero[]

Convinto di avere risorse a sufficienza e preoccupato dai Baterra, Tuma ordinò che un esercito di Skrall attaccasse Atero in vista del Grande torneo, che aveva raccolto in città molti Agori e Glatorian. Gli Skrall attaccarono il villaggio e i Glatorian si coalizzarono per respingerli, ma molti fra i guerrieri e gli Agori vennero uccisi e i sopravvissuti, sopraffatti, fuggirono da Atero. Gli Skrall poterono così saccheggiare la città e devastarla, indebolendo notevolmente il morale degli altri villaggi. Dopo l'attacco, in cui fu uccisa almeno mezza dozzina di Glatorian, gli Skrall abbandonarono di fatto le arene, mentre gli Agori decisero di reagire al loro assalto, ufficializzando la guerra.

Raid contro Vulcanus[]

Tuma fece in modo che alcuni Cacciatori di ossa, guidati da Fero, entrassero in possesso di una mappa di Vulcanus, spingendoli così ad attaccare il villaggio, ma allo stesso tempo evitando di coinvolgere i suoi soldati nella vicenda.

Skrall e Glatorian combattono ad Atero

I Glatorian tuttavia scoprirono il piano ed ebbero il tempo di organizzare la difesa del villaggio, che fu coordinata da Ackar. Dopo aver riunito vari guerrieri ed aver fortificato Vulcanus, Ackar e gli altri respinsero il primo attacco dei predoni al Canyon di ferro, grazie a delle trappole mortali. Raanu, rassicurato dalla notizia, congedò i guerrieri venuti in suo aiuto sgarbatamente; i Cacciatori tuttavia sferrarono un secondo attacco al villaggio e superarono le sue difese, dirette solo da Ackar. Gli altri Glatorian tuttavia, ancora preoccupati, decisero di tornare indietro e frenarono anche il secondo attacco, respingendo in modo definitivo i Cacciatori di ossa e salvando Vulcanus.

Saccheggio di Tajun[]

Non molto dopo, un gruppo di Skrall e alcuni Cacciatori di ossa attaccarono Tajun, saccheggiandola e ferendo il Glatorian Gresh, che era comunque riuscito ad avvisare in tempo gli Agori, che sfuggirono alla battaglia rifugiandosi altrove. I vincitori rimasero poi a sorvegliare il villaggio, dove giunsero poi Ackar, Kiina e Mata Nui.

Tajun dopo il saccheggio

I tre incontrarono Gresh e lo aiutarono a riprendersi grazie all'aiuto di Berix, dopodiché, eliminate alcune guardie, abbandonarono Tajun per annunciare agli Agori di Tesara che gli Skrall e i Cacciatori di ossa si erano alleati e che quindi le tribù andavano unificate, se volevano sperare di vincere la guerra contro la Tribù della roccia.

Battaglia di Roxtus[]

Durante la loro permanenza a Tesara, Kiina e Berix furono rapiti dagli Skrall grazie alle indicazioni di Metus, perciò Mata Nui si recò da solo alla città nemica ed affrontò a duello Tuma per liberarli. Lo straniero vinse in battaglia Tuma, ma Metus si rivelò il traditore dei villaggi e prese il controllo sia degli Skrall che dei Cacciatori di ossa. Prima che Metus potesse eliminare Mata Nui, tuttavia, un colosso composto da migliaia si Scarabax apparve ed attaccò il villaggio, terrorizzando e creando il caos fra gli Skrall presenti. Poco dopo arrivarono alla città moltissimi Agori e Glatorian desiderosi di sconfiggere gli Skrall e insieme a loro Mata Nui, Kiina, Ackar e Gresh spazzarono via la Tribù della roccia. Metus intanto fu trasformato in un serpente e cacciato via da Mata Nui.

Conseguenze[]

La battaglia di Roxtus

Dopo la battaglia, gli Skrall, che avevano perso la loro guida, abbandonarono Roxtus e si riorganizzarono in piccoli manipoli, guidati da Skrall élite come Stronius. Tuma, catturato e poco dopo fuggito nel tumulto, venne cacciato per essere stato sconfitto ed iniziò a vivere in isolamento nel deserto. Gli Agori e i Glatorian, sparita la minaccia della Tribù della roccia, proseguirono il loro progetto di alleanza e costruirono il Mega-Villaggio, dove iniziarono a risiedere in comunità.