"E l'alternativa? Inchinarsi e strisciare davanti a Makuta, elemosinando un altro momento di vita, in cui servirlo? Lasciami morire, allora, fintanto che lo faccio da essere libero."

—Johmak, Reign of Shadows

Johmak è un membro dell'Ordine di Mata Nui.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Durante la guerra contro la Confraternita dei Makuta, Johmak fu inviata su Metru Nui per recapitare ai Toa Mahri, che erano a guardia della città, il cuore dei Visorak. Il suo scopo era allontanare con un pretesto i Toa Mahri dall'isola, che l'ordine avrebbe occupato per le sue azioni di guerra, e sbarazzarsi allo stesso tempo delle orde Visorak. Quando però Hewkii e Kongu rimasero a Metru Nui, Johmak si vide costretta a tramortirli e imprigionarli, sequestrando le loro armi. Quando i due Toa si risvegliarono, mostrò loro come la città fosse stata riorganizzata in una fortezza dall'ordine, motivando il suo gesto. Quando Teridax prese il controllo dell'universo Matoran, Johmak si unì ad un gruppo di ribelli capeggiati da Tahu, tra le rovine di Karzahni. Qui ebbe un diverbio con Guardian riguardo l'inutilità della loro ribellione, ma poco dopo il Cacciatore dell'oscurità venne ucciso da Teridax ed un gruppo di Exo-Toa trovò i ribelli. In loro aiuto giunse Onua, che distrusse i robot, e il team si recò tra i resti di Daxia, dove distrusse una fonte di Protodermis energizzato, prevenendo la creazione di nuovi Rahkshi da parte di Teridax. Quando Teridax è stato ucciso, Johmak è migrata sul pianeta di Spherus Magna.

Poteri[modifica | modifica sorgente]

Johmak è capace di sbriciolare il suo corpo in una nube di piccoli cristalli neri e ricomporsi quando vuole, abilità che condivide con il resto della sua specie. Di base indossa un'armatura di color ebano ed un elmo. Come tutti i membri dell'ordine, la sua mente è schermata contro attacchi e letture psichiche.

Strumenti[modifica | modifica sorgente]

Johmak possiede uno scudo, che può dissolvere e ricomporre come il resto del corpo.


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.