Bionicle Wiki ITA Wikia
Advertisement

Kiina è una Glatorian della Tribù dell'acqua di Spherus Magna.

Biografia[]

Anticamente Kiina viveva nei pressi del fiume Dormus. Durante la Guerra del nucleo, combatté al servizio del Signore elementale dell'acqua. Quando il conflitto terminò e si verificò la Frantumazione, Kiina si trovava con altri della sua tribù su Bara Magna e si stabilì con i sopravvissuti a Tajun. Pensò di fare ritorno alla sua casa verso il fiume Dormus, ma preferì rimanere a proteggere gli Agori locali.

Carriera Glatorian[]

In seguito Kiina divenne la seconda Glatorian di Tajun, mentre Tarix il primo. Un giorno scoprì una caverna segreta presso Tajun e lo rese il suo luogo di ritiro personale. Anche Berix trovò la caverna e Kiina lo avvertì di non farsi mai più trovare lì.

La traversata[]

Quando una carovana contenente essidiana vinta da Vulcanus sembrava essere andata persa durante il viaggio da Iconox, Kiina e Ackar partirono per trovarla. Incontrarono il team che la scortava, composto da StrakkGreshKirbold e Tarduk, da cui ebbero la notizia che il carico era caduto sul fondo di un fiume. Ackar e Kiina decisero di mandare Strakk come esca nel deserto, in attesa che qualcuno si presentasse. Poco dopo arrivarono alcuni Skrall e Strakk li convinse a ripescare l'essidiana caduta in acqua. Gli Skrall lo fecero, ma dopo provarono ad ucciderlo, perciò Kiina e gli altri intervennero per recuperare il metallo e fuggire. Gli Skrall li inseguirono e a loro si unirono anche Malum e i suoi Vorox, incontrati in precedenza. Ackar allora finse di essere alleato dei Vorox per convincere gli Skrall ad attaccarli e il team poté fuggire sano e salvo con il carico. Proseguendo il tragitto, Kiina e gli altri si imbatterono in alcuni Cacciatori di ossa morenti, che li avvisarono della presenza di un pericoloso Skopio. Lo Skopio in questione si rivelò essere lo Skopio XV-1 guidato da Telluris, il quale attaccò il carico. Kiina e gli altri si unirono per sconfiggerlo, dopodiché proseguirono ed arrivarono infine a Vulcanus. Poco dopo Kiina accettò di addestrare meglio a combattere Gresh, con cui divenne una grande amica.

Raid contro Vulcanus[]

Tempo dopo Kiina e Tarix, mentre si trovavano nel deserto per informarsi su una presunta mandria di destrieri della roccia, trovarono i cadaveri di due reclute Glatorian di Vulcanus.

Kiina come set

Kiina decise di recarsi al villaggio per informare Raanu, che rimproverò per la sua mancanza di interesse nei confronti della notizia. Ackar la informò di un imminente attacco dei Cacciatori di ossa al villaggio e Kiina accettò, seppur a malincuore, di aiutarlo a difendere Vulcanus. La sera, Strakk arrivò il villaggio riportando notizie sugli spostamenti dei predoni e Gelu ne approfittò per provocarlo sul suo coraggio, facendo infuriare il Glatorian. Kiina intervenne per calmarlo. Il giorno dopo, i Cacciatori tentarono di passare per il Canyon di ferro, ma furono convinti a desistere da alcune trappole predisposte e si ritirarono. Kiina e gli altri pensarono di rimanere, temendo un secondo attacco, ma Raanu insisté affinché se ne andassero. I Glatorian però, preoccupati, raggiunsero Tesara e convinsero Vastus ad unirli a loro. Fecero quindi ritorno a Vulcanus, trovandola sotto attacco da parte dei predoni, ed intervennero al fianco di Ackar per respingerli definitivamente e salvare il villaggio.

Arrivo di Mata Nui[]

Qualche tempo dopo Kiina e Ackar si affrontarono in un duello di riscaldamento a Vulcanus. Mentre discutevano con Raanu, avvistarono la Ignika precipitare in cielo verso il deserto e la interpretarono come una semplice stella cadente. Più tardi Kiina si recò a casa di Ackar, appena tornato da un duello contro Strakk. Lo ascoltò di nascosto mentre parlava con un guerriero di nome Mata Nui, che disse di provenire da un altro mondo. Kiina allora, felice di conoscere un guerriero alieno, entrò all'improvviso nel locale e Ackar la presentò a Mata Nui. A questi Kiina chiese di essere portata nel suo mondo, se in cambio lei lo avesse portato nella caverna che conosceva verso Tajun.

Kiina utilizza il suo tridente

Mata Nui, deciso a conoscere il proprio passato, accettò e i tre partirono con un Thornatus per raggiungere Tajun. Durante il viaggio, nel mezzo di un canyon, uno Skopio emerse dalle sabbie e li attaccò, catapultandoli via dal veicolo, e alcuni Cacciatori di ossa apparvero alle loro spalle. Kiina e Ackar li sfidarono, mentre Mata Nui riuscì a mettere fuori gioco la creatura. Sconfitti i predoni, Kiina e gli altri poterono proseguire e raggiunsero Tajun, scoprendo però che era stata saccheggiata dagli Skrall, alleati dei Cacciatori di ossa. Gresh, ferito durante lo scontro, li avvertì dell'accaduto e i quattro si nascosero dagli Skrall, che stavano pattugliando la zona, dopodiché Kiina li portò alla caverna, dove incontrò Berix. Nonostante il suo fastidio per l'Agori, Kiina accettò che Berix curasse le ferite di Gresh, mentre Mata Nui esplorò la caverna, discutendo con Kiina, molto critica, riguardo i Grandi Creatori e il loro operato. Mata Nui usò poi la sua Ignika per trasformare le armi dei tre Glatorian, donando loro poteri elementali. Kiina poté da quel momento controllare l'acqua. Dopo essersi allenati nel deserto, Kiina e gli altri si recarono a Tesara, dove interruppero un duello in corso per annunciare ai presenti che Tajun era stata saccheggiata, che gli Skrall e i Cacciatori di ossa si erano alleati e che quindi era necessario creare un'alleanza fra le tribù per sconfiggerli.

Kiina

Gli Agori, sorpresi dai poteri di Mata Nui, accettarono, e quella sera Kiina notò Berix fuggire verso le Sorgenti calde. Sospettando che Berix fosse il traditore di cui girava voce, lo inseguì, ma insieme a lui venne catturata dai Cacciatori di ossa e condotta prigioniera a Roxtus, dove fu chiusa in una gabbia sospesa in aria. Mata Nui arrivò poi alla città e sfidò Tuma per la loro libertà. Il capo degli Skrall fu sconfitto e a quel punto Metus, che ammise di essere il traditore, si dichiarò nuovo leader degli Skrall. Scoppiò però una battaglia fra gli Skrall presenti e i Glatorian e gli Agori arrivati in aiuto di Mata Nui, che intanto liberò Kiina e Berix. Kiina disse a Berix di starle vicino per sopravvivere nello scontro e si unì agli altri Glatorian per spazzare via gli Skrall e i Cacciatori di ossa. Dopo l'intensa battaglia, Kiina si accorse che Berix era scomparso, ma si rallegrò quando l'Agori riemerse da un cumulo di pietre. Il team tornò a Tesara, dove intanto i villaggi erano stati riunificati per formare il Mega-Villaggio, e Kiina si unì ad Ackar per difenderlo. In seguito Mata Nui decise di partire per la Valle del labirinto e Kiina, Ackar, Gresh e Berix lo seguirono, ma dovettero tornare indietro quando Berix fu ferito in una zuffa con gli Skrall. Kiina rimase a difendere il villaggio e in un'occasione respinse l'assalto di Sahmad. Poco tempo dopo Mata Nui tornò dalla spedizione, rassicurando Kiina.

Battaglia di Bara Magna[]

Poco dopo Mata Nui ottenne da Raanu il permesso di prendere il controllo del Mega-Villaggio, che era composto da un antico robot.

Kiina con la Ignika

Kiina parlò con Mata Nui dei suoi dubbi e le sue preoccupazioni, ma Mata Nui la rassicurò che sarebbe per sempre rimasto un suo amico e le affidò Click, prima di attivare il robot. Gli abitanti del villaggio intanto fuggirono in alcune caverne e poco dopo atterrò su Bara Magna Teridax, che attaccò il rifugio degli Agori e i Glatorian, perciò Kiina e gli altri intervennero per provare a distrarlo durante lo scontro con Mata Nui. Teridax allora scatenò nel deserto un'orda di Rahkshi, che i Glatorian dovettero contenere. Tahu fu però in grado di polverizzarli con l'Armatura d'oro e a quel punto Mata Nui riuscì ad uccidere Makuta, dopodiché riformò con i suoi poteri Spherus Magna e le ridonò vita. Terminate le energie, il suo robot collassò a terra e Kiina e Ackar accorsero sul posto, trovando la Ignika e temendo che fosse scomparso. Tahu la rassicurò che il Grande Spirito sarebbe rimasto dormiente nella maschera e invitò tutti a seguire il suo volere di creare una nuova società per il pianeta.

Personalità e poteri[]

Kiina

Kiina sa essere spesso scontrosa e anche aggressiva, tratti non molto apprezzati, ma che la rendono anche un'ottima guerriera, rispettate per le sue abilità. È molto legata ai suoi compagni e disprezza le tribù che non rispettano come dovrebbero i loro combattenti. Provava un forte desiderio di lasciare Bara Magna, che per lei era solo una distesa arida e morta, sperando di trovare qualche mondo più ospitale, e il suo sogno si è poi realizzato grazie a Mata Nui. Grazie a Mata Nui, Kiina può controllare l'acqua in ogni sua forma, creandola e assorbendola.

Strumenti[]

Kiina utilizza come arma un doppio tridente di vapore, utile per incanalare i suoi poteri elementali, e un Lanciatore Thornax.

Set[]

Kiina è stata rilasciata nell'estate del 2009 come set medio, nel set 8987, che conteneva 43 pezzi.

Trivia[]

  • Kiina è la Glatorian preferita di Greg Farshtey.