"So dove sono tutti i miei nemici. Sono io che li ho sepolti, dopo tutto."

Lariska a HakannLegacy of Evil

Lariska è una Cacciatrice dell'oscurità ed uno degli agenti più fidati dell'Oscuro.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Cacciatrice dell'oscurità[modifica | modifica sorgente]

Non si sa come sia entrata nell'organizzazione. Quando Hakann si recò su Odina per unirsi ai Cacciatori dell'oscurità, dovette affrontare e sconfiggere Lariska come prova d'ingresso. Hakann riuscì ad atterrarla con un assalto mentale, ma quando si girò e andò via, convinto di aver vinto, Lariska gli saltò alle spalle, con un coltello alla gola. L'Oscuro decise però di risparmiare Hakann e lo reclutò comunque nella sua organizzazione. Durante la Guerra Toa-Cacciatori dell'oscurità, Lariska fu tra gli agenti inviati su Metru Nui. Durante una spedizione a Ga-Metru con Hakann, incontrò Toa Nidhiki, mentre camminava tra le vie abbandonate. Invece di ucciderlo, Lariska propose a Nidhiki il comando della città in cambio del suo cambio di fazione. Nidhiki accettò e la notte seguente si incontrò nuovamente con Lariska, che lo incaricò di guidare l'armata dei Toa nel Canyon dei Sussurri senza fine, dove sarebbero stati circondati dai Cacciatori dell'oscurità in una morsa fatale. Lhikan però scoprì il tradimento e aspettò l'evento per rivelare un nuovo, enorme esercito di Toa nel canyon, che costrinse tutti i Cacciatori dell'oscurità ad abbandonare definitivamente la città. Nidhiki, cacciato da Lhikan, si unì ai Cacciatori dell'oscurità. Lariska fu inoltre punita dall'Oscuro per il suo fallimento. Tempo dopo Lariska accompagnò Nidhiki e Krekka su Nynrah durante una missione. Lei distrasse un Toa di guardia nella zona, mentre gli altri due rubarono con successo dei prototipi di Lanciatore Zamor, richiesti dall'Oscuro in persona. Quando Roodaka arrivò su Odina, Lariska cercò di convincere Nidhiki a non parlarle, ma il Toa non l'ascoltò. Quella notte, Lariska assistette alla mutazione di Nidhiki per mano di Roodaka. Una missione successiva di Lariska riguardava uccidere un Toa della Gravità. Lariska, in vista del combattimento, si addestrò per giorni utilizzando Kanoka di levitazione, per simulare l'assenza di gravità, e portò con successo a termine la missione. Quando l'Oscuro partì con Sentrakh verso Metru Nui per scoprire che aveva ucciso Nidhiki e Krekka, Lariska lo sostituì temporaneamente al comando dei Cacciatori dell'oscurità.

Ordine di Mata Nui[modifica | modifica sorgente]

Lariska fu assoldata dall'Ordine di Mata Nui per unirsi ad un team di rinnegati formato da Roodaka, VezonBrutakaSpiriahCarapar e Takadox. Lo scopo della missione era liberare Miserix, il primo leader della Confraternita dei Makuta. Lariska fu segretamente contattata da Brutaka mentre si trovava su Stelt e seguì i movimenti del gruppo quando Spiriah ne prese il controllo. Su richiesta di Brutaka, guidò poi diversi membri della specie di Ehlek contro Spiriah, dando così a Brutaka la possibilità di riprendere il controllo della missione. Lariska si unì quindi al team. Il gruppo, come tappa successiva, raggiunse l'Isola di Tren Krom, dove recuperò diverse armi, fornite dall'ordine. Prima di poter lasciare l'isola, Lariska e gli altri vennero però attaccati da Tren Krom, che li trascinò nella sua caverna. La creatura sondò la mente di Lariska, scoprendo che il mondo all'esterno dell'isola era terribilmente rovinato. Dopo aver ucciso Carapar, che aveva tentato di attaccarlo, Tren Krom liberò i prigionieri, che ebbero così l'occasione di fuggire dall'isola. Durante il proseguimento del viaggio, Lariska notò il misterioso silenzio di Takadox e decise di tenerlo sott'occhio. Sbarcato infine sull'isola di Artidax, il gruppo utilizzò Spiriah come esca per farsi strada attraverso le varie trappole anti-Makuta presenti. Il team, dopo essere stato avvisato da Vezon della presenza di una trappola, si addentrò nella caverna dell'isola, ma in quel momento Takadox fece scattare la trappola e fuggì, generando una frana che chiuse tutti gli altri dentro la caverna. Costretti a proseguire, Lariska e gli altri superarono un paio di trappole e giunsero infine al cospetto di Miserix. Dopo una breve conversazione con il Makuta, che portò alla morte di Spiriah, il team spezzò le catene che tenevano Miserix, ma i Klakk di guardia li attaccarono. Miserix generò allora un grido sonico, che respinse i Rahi, ma fece svenire sia Lariska che Vezon. Dopo essersi ripresa, Lariska, insieme a tutti gli altri, salì sul dorso di Miserix, il quale lasciò Artidax e volò via verso Daxia. Lariska rimase comunque al servizio dell'ordine durante la sua guerra con la confraternita.

Regno di Teridax[modifica | modifica sorgente]

Dopo la presa di potere totale da parte di Teridax, Lariska si unì ad un gruppo di ribelli guidato da Tahu e composto da GuardianKopekeJohmak e Krahka. Il gruppo si accampò tra le rovine di Karzahni, dove Guardian venne ucciso da Teridax e un gruppo di Exo-Toa fu inviato per riportare i ribelli a Metru Nui. Onua giunse in loro aiuto e distrusse gli Exo-Toa. Onua consigliò poi loro di recarsi tra i resti di Daxia e distruggere una pozza di Protodermis Energizzato lì presente, per evitare la creazione di nuovi Rahkshi. La missione ebbe successo e il gruppo poi si sciolse. Dopo la morte di Teridax, Lariska è migrata sulla riformata Spherus Magna.

Personalità e caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Lariska è insidiosa, attenta e astuta. Non ama stare ferma in unico punto e ascoltare, preferendo essere sempre in movimento per tenersi allenata. È considerata da tutti, tra i Cacciatori dell'oscurità, uno degli agenti più pericolosi. Lariska è agilissima e molto atletica, tanto da essere in grado di eseguire acrobazie impensabili per molti. Possiede inoltre uno spirito ribelle e insubordinato, che la ha portata, come punizione da parte dell'Oscuro, a perdere la sua mano sinistra, che è ora completamente meccanica. Nonostante sia in grado di indossare Kanohi, Lariska ha deciso di non portarne una.

Sturmenti[modifica | modifica sorgente]

Lariska porta sempre con sé dei pugnali affilati, fatti di Protoacciaio, che talvolta ricopre con del veleno. 

Citazioni[modifica | modifica sorgente]

"Lariska scosse le spalle, già agitata. Le piaceva muoversi tutto il tempo. Stare ferma e parlare era una tortura per lei, ed era esattamente per questo che l'Oscuro glielo faceva fare."

—Narratore, Time Trap

"...Lariska, la saggia, affascinante e gloriosa omicida."

—Vezon, Federation of Fear


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.