Bionicle Wiki ITA Wikia
Advertisement

"Voglio imparare a combattere. Voglio imparare a vincere in modo corretto... e in modo sporco. Quando avrò finito, voglio essere un maestro con la mia lama, i miei pugni, e con ogni tipo di arma - e poi voglio che tu ti tolga dalla mia strada."

—Mazeka a JerbrazBrothers in Arms

Mazeka è un Ko-Matoran ed un membro dell'Ordine di Mata Nui.

Biografia[]

Primi anni[]

Mazeka viveva nella penisola di Tren Krom come studioso. Vultraz, un Ta-Matoran, si interessò agli studi condotto da Mazeka ed il suo maestro, perciò uccise quest'ultimo e rubò le sue teorie. Mazeka allora si mise alla ricerca di Vultraz per punirlo e i due si scontrarono più volte, senza un vincitore. Alla fine, cinque anni fa, Mazeka uccise apparentemente Vultraz gettandolo in un burrone e fece poi ritorno al suo villaggio per annunciare che finalmente il Ta-Matoran era morto. Vultraz, in realtà, fu recuperato e ricostruito da una Gorast sotto copertura.

Ordine di Mata Nui[]

Dopo l'apparente sconfitta di Vultraz, Mazeka fu contattato da un agente dell'Ordine chiamato Jerbraz, che lo convinse ad unirsi alla sua organizzazione offrendogli di combattere per sconfiggere esseri malvagi come Vultraz. Mazeka accettò e il suo primo compito fu mettere al sicuro Krakua, un De-Matoran minacciato dai Makuta. Jerbraz condusse Mazeka in un villaggio di De-Matoran, dove poco dopo un dispositivo sonico, attivato da un assalitore, stordì tutti i Matoran. Mazeka fece in tempo a coprire le orecchie di Krakua per proteggerlo e, mentre il De-Matoran fu portato via da Jerbraz, Mazeka affrontò l'invasore, che dopo poco si rivelò essere Vultraz, in una forma ricostruita. Il Ko-Matoran fu sconfitto, ma Vultraz, invece di ucciderlo, decise di risparmiarlo, ricordandogli che da allora in poi sarebbe sempre vissuto solo perché lui lo aveva voluto. Mentre il Ta-Matoran lasciava la zona, Mazeka tornò da Jerbraz, a cui chiese con impazienza di essere addestrato per diventare più forte e poter sconfiggere Vultraz una volta per tutte. Durante i suoi addestramenti, Mazeka si autoricostruì in una forma più resistente e affrontò varie volte Tobduk, ma ne uscì sempre sconfitto a causa del suo poco controllo della rabbia. Anni dopo, Mazeka scoprì che Vultraz si era impossessato di uno Skyfighter, modificato da un fantasma di Nynrah, perciò si recò su Stelt per far parlare il Fe-Matoran. Il fantasma, messo alle strette dal Ko-Matoran, gli disse che Vultraz era diretto nel "nucleo" dell'universo per portare aiuto a Makuta Icarax. Dopo aver frantumato la Kanohi dell'informatore per la rabbia, Mazeka si congedò ed utilizzò il suo Strider di palude per fare ritorno a Daxia. Qui penetrò di nascosto nella fortezza dell'Ordine con l'intento di incontrare Helryx e farsi dire dove si trovasse il "nucleo". Nella sala di Helryx trovò invece Tobduk, che accettò di rivelargli ciò di cui aveva bisogno se prima lo avesse accompagnato in un'altra missione per cui era in partenza.

Mazeka con lo strider di palude

Dopo aver accettato, Mazeka si recò con Tobduk su Destral, sotto attacco da parte dell'Ordine, dove, nella fortezza dei Makuta, Tobduk sconfisse ed uccise Makuta Tridax. Mazeka fu inviato ad eliminare Vezon, ma non ne vide il motivo, quindi lasciò fuggire lo Skakdi e tornò da Tobduk dicendo di aver completato la missione. Ricevute le informazioni da Tobduk, Mazeka partì finalmente per Karda Nui, l'obiettivo, a bordo del suo veicolo ed iniziò a cercare Vultraz, che intanto aveva recuperato gli studi rubati anni prima, che riguardavano teorie su come Mata Nui avesse creato la specie dei Makuta. Vultraz lo avvistò dal suo Skyfighter e si scagliò contro di lui furiosamente, ma all'ultimo istante un portale dimensionale (aperto accidentalmente da Vezon) si aprì fra loro e li risucchiò, spedendoli in una dimensione parallela. Mazeka saltò via dallo strider, che si schiantò su un albero. I due Matoran, stabilita una tregua, incontrarono poco dopo Toa Macku, che li informò del luogo di dove si trovavano, un pianeta chiamato Spherus Magna. Interessati, Mazeka e Vultraz domandarono alla Toa la storia di quella dimensione, dopodiché chiesero aiuto per tornare a casa e Macku consigliò loro di parlare con i Grandi Creatori, i signori di quell'universo. Dopo aver convinto Vultraz a proseguire piuttosto che rimanere su Spherus Magna e tentare di conquistarla, Mazeka fu affidato ad un Teridax alternativo, che li scortò all'interno della fortezza dei Grandi Creatori. Dopo un lungo viaggio, la coppia giunse al cospetto di un concilio di Grandi Creatori, che, ascoltata la loro storia, accettarono di riportarli a casa. Quando però lessero nella mente di Vultraz e scoprirono la sua natura oscura, ritennero opportuno trattenerlo per effettuare su di lui degli studi. Mentre il Matoran fu portato via con la forza, Mazeka, che in un primo momento si era rifiutato di accettare la proposta, fu costretto a scegliere un'entità da portare nella sua dimensione, dopodiché fu ricondotto nel suo universo insieme alla sua scelta, il Teridax di quella dimensione.

Regno di Teridax[]

Mazeka e il Teridax alternativo si ritrovarono in una zona deserta del continente meridionale, dove Teridax dimostrò al Matoran di possedere poteri sulla luce uccidendo delle piante carnivore maligne. Poco dopo raggiunsero un villaggio di Ba-Matoran deserto e Mazeka trovò le carcasse di alcuni Visorak. Il Teridax della dimensione principale, ora padrone dell'universo, parlò con loro tramite i Visorak morti e teletrasportò nel posto tre Takanuva oscuri per combattere la sua controparte buona. Mazeka affrontò uno di loro, ma si ritrovò strangolato da una serie di tentacoli oscuri. Teridax venne in suo aiuto ed eliminò i tre Takanuva, dopodiché teletrasportò via se stesso e Mazeka, sfuggendo al terremoto che causò la morte del Teridax principale, ucciso da Mata Nui. Dopo la morte di Teridax, Mazeka è migrato sulla riformata Spherus Magna.

Personalità e poteri[]

Mazeka nel libro delle istruzioni

Prima di unirsi all'Ordine, Mazeka viveva in modo pacifico e si scontrò con Vultraz perché motivato da un senso di giustizia. Dopo le sue esperienze, capì però quanto il male fosse radicato nella gente e si preoccupò più di raggiungere i suoi obiettivi che di farlo nel modo giusto, utilizzando metodi sia corretti che scorretti. In quanto Ko-Matoran, Mazeka possiede una naturale resistenza al freddo. Addestrato dall'Ordine, è diventato molto abile in combattimento con ogni tipo di arma ed è stato allenato per sviluppare una barriera mentale contro attacchi telepatici.

Strumenti[]

Mazeka pilotava lo strider di palude, un veicolo costruito da Helryx. Il veicolo fu però distrutto durante uno schianto. Il Matoran portava con sé una spada.

Set[]

Mazeka è stato rilasciato con lo strider di palude nel set 8954, come set titano. Conteneva 301 pezzi ed è stato rilasciato nell'estate del 2008.



Advertisement