Il Monte Valmai era un vulcano attivo, situato nella regione di Voya Nui.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il monte Valmai era famoso per essere estremamente attivo e generare continuamente scosse sismiche, a cui i Matoran si erano abituati. All'interno del monte vivevano numerose Anguille Laviche. Quando i sei Piraka arrivarono su Voya Nui, ipotizzarono che la Ignika, la leggendaria maschera della vita, fosse nascosta sotto il vulcano, perciò schiavizzarono i Matoran locali e li costrinsero a drenare il vulcano, costruendo canali lungo il monte. Diversi incidenti, in cui morirono anche Matoran, furono registrati durante i lavori. Dopo una rapida battaglia con i Toa Nuva, i Piraka decisero di gettare i Toa nel vulcano per sbarazzarsi di loro, ma, quando arrivarono nei pressi del cratere, il vulcano eruttò, costringendo i Piraka ad abbandonare i Toa e fuggire. Quando i Toa Inika arrivarono sull'isola, liberarono i Matoran schiavizzati e i lavori di drenaggio del vulcano furono interrotti. Dopo la morte di Teridax e la distruzione dell'Universo Matoran, il monte Valmai è stato smantellato.

Trivia[modifica | modifica sorgente]

  • La parola "Valmai" proviene da un dialetto Matoran molto antico e non si può tradurre letteralmente. La traduzione più vicina alla parola è "luogo maledetto".
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.