"Ero il primo Toa dello psichico, e uno dei primi Toa mai creati. Ma ero, diciamo, un po' troppo... aggressivo nell'usare i miei poteri. Allora avevo un certo temperamento. Una miccia corta e poteri psichici portano a cose brutte... talvolta cose molto brutte."

—Orde, The Yesterday Quest

Orde è un Toa dello psichico, l'unico maschio di questo tipo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Orde fu creato agli albori dell'Universo Matoran dai Grandi Creatori stessi; non fu dunque mai un Matoran e fu il primo Toa dello psichico. Venne incaricato di contattare gli Zyglak, furiosi, e tentare di ammansirli con i propri poteri. Per via del suo temperamento poco paziente, Orde finì invece solo per renderli ancora più aggressivi e rancorosi. I Grandi Creatori decisero allora di fare femmine tutte le Ce-Matoran, le Matoran dello psichico, credendo che delle femmine, più calme e gentili, sarebbero state più adatte a padroneggiare un potere di questo tipo. Durante le sue esperienze, Orde una volta liberò una dozzina di Matoran catturati dai Cacciatori dell'oscurità. Egli stesso venne però catturato e interrogato con torture per giorni, fino a quando il suo team non venne a salvarlo dalla prigionia. Dopo che Teridax ebbe preso il controllo dell'universo, Orde collaborò per alimentare la ribellione e combatté poi contro le sue armate nella battaglia di Bara Magna. Dopo lo scontro, che ebbe come esito la morte di Teridax, Mata Nui riunificò Spherus Magna, su cui nei tempi seguenti si riversarono tutti gli abitanti dell'Universo Matoran, compreso Orde.

Spherus Magna[modifica | modifica sorgente]

Tempo dopo Onua e Tahu selezionarono Orde, Chiara e Zaria per una spedizione che aveva come scopo quello di trovare i Grandi Creatori, ovunque fossero, ed informarli della riunificazione del pianeta. Mentre Onua spiegava le dinamiche della missione, Orde lesse nella sua mente per sapere in anticipo ogni dettaglio e, quando si presentò sul posto Gelu, fece lo stesso con lui, avvisando gli altri due Toa che il Glatorian sarebbe stato la loro guida. Gelu, interrotto ancor prima di cominciare, si irritò e puntò la spada al collo di Orde, ma Chiara calmò i due. Gelu decise di cominciare il viaggio da Bota Magna e il gruppo ne attraversò la fitta giungla. Orde raccontò inoltre la sua storia a Chiara, spiegando come mai fosse un maschio. Poco dopo il team cadde in una trappola dei Vorox, non regrediti su Bota Magna, che li catturarono con delle reti. Feriti Zaria e Chiara, Orde offese il loro leader, Kabrua, dicendo che non era meglio dei Vorox bestiali che vivevano su Bara Magna. Il giorno seguente i quattro prigionieri vennero abbandonati in un bosco, mentre i Vorox poco dopo iniziarono a cercarli in una vera e propria battuta di caccia. Zaria e Chiara decisero di preparare un'imboscata con Orde e Gelu come esca, ma Orde, arrivati i Vorox, non riuscì ad usare i propri poteri per leggere nella mente di Kabrua, il quale rivelò di possedere un dispositivo che annullava i poteri elementali dei Toa. Orde e Gelu fuggirono dunque nella boscaglia, riuscendo ad ingannare Kabrua e gli altri Vorox nel far pensare a loro di aver guadato il fiume lì presente. Orde, nascosto, usò allora i suoi poteri per leggergli nella mente, scoprendo che aveva ricevuto le informazioni e le armi che possedeva da un abitante dell'Universo Matoran, che era in realtà un Grande Creatore sotto copertura.

Personalità e poteri[modifica | modifica sorgente]

Orde è di natura aggressivo e facilmente irritabile, ma dimostra di possedere un grande coraggio nelle situazioni avverse. Essendo un Toa dello psichico, può creare o controllare energia psichica in ogni suo aspetto, ma, a differenza della maggior parte dei Toa degli altri elementi, non può assorbire energia psichica.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.