Bionicle Wiki ITA Wikia
Advertisement

Il Robot prototipo (nome non ufficiale) era un gigantesco robot ideato e realizzato dai Grandi Creatori.

Storia[]

Più di 150000 anni fa, i Grandi Creatori iniziarono la costruzione di un gigantesco robot, alto milioni di metri, per vedere se fossero effettivamente in grado di costruire una simile creazione. Alla sua costruzione parteciparono anche degli Agori. Poco dopo la sua attivazione, effettuata grazie alla Fonte di potere, il robot esplose violentemente, vista l'instabilità della sua fonte di energia, e le sue componenti si sparpagliarono su tutta Bara Magna. I Grandi Creatori non tentarono mai di ricomporre il robot, ma usarono comunque le nozioni apprese con l'incidente per costruire poi il più ambizioso Robot del Grande Spirito. Dopo la Frantumazione, molte parti del robot furono usate dagli Agori per costruirvi attorno i loro nuovi villaggi. Fra questi vi erano TesaraVulcanus e Roxtus. Potevano così sfruttare costruzioni già enormi per proteggersi dalle forze della natura. Molti anni dopo, Mata Nui convinse alcune delle tribù ad unificarsi e gli Agori allora trascinarono i loro villaggi verso Tesara, dovee li combinarono in un unico Mega-Villaggio. Questo venne ricomposto così da riformare l'antico Robot prototipo. In seguito Mata Nui, che aveva notato come il robot ricordasse il suo vecchio corpo, scoprì nella Valle del labirinto cosa effettivamente fosse e tornò dal viaggio con la Fonte di potere, che usò, dopo aver convinto Raanu a sgombrare il Mega-Villaggio, per riattivare il robot. Una volta rimossa la Ignika, Mata Nui trasferì il suo spirito nel robot e non molto dopo Teridax atterrò su Bara Magna e lo sfidò nel suo vecchio corpo, che era molto più stabile e potente del prototipo. Durante lo scontro, Teridax tentò di distruggere Bara Magna con un raggio gravitazionale, ma Mata Nui deviò il raggio verso Aqua Magna e Bota Magna, che lentamente iniziarono a tornare verso Bara Magna.

Il robot riattivato da Mata Nui

Più tardi, approfittando di una distrazione del nemico, Mata Nui scagliò la testa del Makuta contro un frammento di Aqua Magna, uccidendolo in modo definitivo. Poco dopo Spherus Magna venne riunificata con successo e Mata Nui usò le ultime energie del Robot prototipo per donare nuova vita all'arido deserto di Bara Magna. A quel punto il robot, sfinito, collassò a terra e si disintegrò, mentre lo spirito di Mata Nui fu riaccolto dentro la Ignika. Come quelle del Robot del Grande Spirito, anche le componenti del Robot Prototipo sono poi state impiegate dagli abitanti del pianeta per nuove costruzioni.

Poteri e caratteristiche[]

La sala di controllo del robot

Il robot era completamente meccanico e non includeva alcuna tecnologia biomeccanica presente nel Robot del Grande Spirito, fattore che non gli consentiva stabilità. Riceveva energia grazie alla Fonte di potere, che era instabile anch'essa. Il robot era in grado comunque di sprigionare raggi laser o raggi gravitazionali. Era alto due terzi del suo robot gemello, perciò doveva approssimativamente ergersi per 8230000 m (8230 km).