"Un guerriero élite non abbandona mai la sua arma."

—Stronius, Empire of the Skrall

Stronius è uno Skrall della classe élite.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Stronius, in origine un semplice Skrall senza alcun nome, viveva con la Tribù della roccia su Bota Magna, sotto il dominio del Signore elementale della roccia. Combatté poi nella Guerra del nucleo al servizio del sovrano e per le sue gesta ottenne il nome "Stronius". In un'occasione, guidò un esercito di Skrall contro la Tribù del ghiaccio, dando alla Tribù del fuoco l'opportunità di conquistare la fonte di Protodermis energizzato. Il tentato risucchio della sostanza da parte della Tribù del fuoco portò alla Frantumazione, che devastò il pianeta e lo divise in tre parti.

Bara Magna[modifica | modifica sorgente]

Regione settentrionale[modifica | modifica sorgente]

Stronius e molti altri Skrall rimasero tagliati via dalla loro patria e si ritrovarono sul pianeta Bara Magna. Conquistarono negli anni seguenti la regione a nord delle Montagne dalle punte nere, dove rimasero per migliaia di anni indisturbati. Stronius si occupò, fra le varie cose, di risolvere i problemi legati alla disciplina fra le fila dell'esercito. Mentre scatenava le sue furie su una recluta, Stronius incontrò da Tuma, a cui parlò della noia che provava a rimanere chiuso nella loro fortezza. Tuma lo avvisò che stava per saziare la sua fama di battaglia e condusse gli Skrall fuori dalla fortezza in cerca di misteriosi nemici, i Baterra, che Branar aveva incontrato. I Baterra li attaccarono e Stronius si lanciò su uno di loro, distruggendolo e rivelando che era un robot. Altri due di loro fuggirono e lo Skrall li inseguì con le sue truppe, ma fu costretto a ritirarsi quando venne circondato da un'orda di Baterra. Gli Skrall si barricarono nella fortezza e, assediati dai Baterra, non riuscivano a procurarsi le risorse di cui necessitavano. Alla fine, i Baterra penetrarono nella fortezza e Tuma ordinò che la struttura fosse data alle fiamme, dopodiché riunì Stronius e gli altri sopravvissuti e con loro intraprese una migrazione verso sud, sperando così di seminare i robot.

Roxtus[modifica | modifica sorgente]

Gli Skrall si stabilirono a Roxtus e aderirono ben presto ai duelli nell'arena organizzati dalle altre tribù, sperando poi di sottometterle con la forza. Mentre pattugliava il deserto con alcuni soldati, Stronius si imbatté in Strakk, il quale affermava di essere l'unico sopravvissuto di un incidente legato ad un carico di essidiana, che era finito sul fondo di un fiume. Stronius decise di ripescare il metallo e fece chiamare da Roxtus una carovana per trasportarlo.

Stronius distrugge un Baterra, rivelandone la vera natura

Terminato il lavoro, tentò poi di uccidere Strakk per non lasciare testimoni, ma i compagni di Strakk, in realtà solamente nascosti, apparvero all'improvviso e riuscirono a fuggire con il prezioso carico. Stronius e gli altri Skrall allora si lanciarono all'inseguimento, trovando sulla loro strada anche Malum e i suoi VoroxAckar disse a quel punto di essere un alleato di Malum, perciò Stronius attaccò con le sue truppe i Vorox, scatenando una battaglia e mettendo le bestie in fuga. Il carico dei Glatorian, tuttavia, li aveva già seminati. In seguito Tuma, preoccupato dall'avvicinamento dei Baterra, convocò Stronius e con lui viaggiò verso nord per incontrare le Sorelle degli Skrall. Le Sorelle accettarono di ammetterli alla presenza della loro sovrana, ma ordinarono a Stronius di gettare la sua arma e, quando il guerriero non lo fece, lo tormentarono con un attacco psichico. Fu poi chiuso in un'illusione e le Sorelle condannarono a morte i due; Tuma riuscì però a negoziare la loro libertà in cambio di preziose informazioni, ed ottenne la garanzia che le Sorelle avrebbero distrutto ogni Baterra che avrebbero incontrato. Stronius e Tuma poterono quindi lasciare il consiglio e si accorsero poco dopo che sulla via di ritorno erano apparsi degli alberi. Pensando si trattassero di Baterra, si apprestarono a distruggerli e Stronius, con tono di scherno, propose di chiedere aiuto alle Sorelle. Tuma reagì minacciandolo di punirlo per insubordinazione, e si accorse poi che gli alberi erano solo dei diversivi. I Baterra infatti sbucarono alle loro spalle e ferirono Tuma. Stronius si lanciò su di loro, ma fu colpito e cadde a terra, svenuto; a Tuma toccò la stessa sorte. I due furono salvati dal provvidenziale intervento di Metus, il quale sapeva come disattivare i Baterra, ovvero semplicemente rimuovere le armi dei due guerrieri. In cambio di averli salvati, Metus pretese da Tuma di essere eletto leader della Tribù in caso qualcosa gli fosse successo e Tuma si vide costretto ad accettare, ma ordinò poi a Stronius di eliminare l'Agori, se ciò si fosse davvero avverato. In seguito Stronius parlò con Tuma dell'attacco che i Cacciatori di ossa avrebbero effettuato contro Vulcanus. Tuma lo rassicurò che, in ogni caso, gli Skrall ci avrebbero guadagnato dalla battaglia.

Battaglia di Roxtus[modifica | modifica sorgente]

Stronius

Mentre si trovava a Roxtus, Stronius fermò un Vorox che era fuggito dalla sua prigionia e decise di punirlo, ma Tuma arrivò e gli ordinò di fermarsi. I due notarono poco dopo la Kanohi Ignika entrare nell'atmosfera e precipitare al suolo. Stronius, inizialmente preoccupato, la cosinderò poi una semplice stella cadente. Poco tempo dopo Mata Nui arrivò a Roxtus e sconfisse a duello Tuma. Metus allora apparve e fu reso nuovo leader della tribù, ma subito dopo un esercito di Glatorian e Agori attaccò la città, scatenando una battaglia fra gli Skrall e le altre tribù. Durante lo scontro Stronius affrontò Gelu e rimase ferito, perciò tentò di fuggire verso le montagne. Gelu lo inseguì, ma lo perse di vista e tornò indietro. Dopo la fine dello scontro e la dissoluzione della tribù, che non aveva più una guida, Stronius prese il controllo di uno dei suoi frammenti.

Battaglia di Bara Magna[modifica | modifica sorgente]

In seguito scoppiò una battaglia fra Mata Nui e la sua nemesi Teridax e Stronius, dunque, colse l'opportunità di danneggiare Mata Nui affrontando i Glatorian, che stavano combattendo nel deserto le truppe di Teridax. Quando però la battaglia fu vinta in modo decisivo da Mata Nui, Stronius si ritirò dallo scontro. Risiede ora sulla riformata Spherus Magna.

Personalità e caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Stronius come set

Stronius viene descritto come un combattente crudele e feroce. Aveva un rapporto molto stretto con Tuma, sebbene i due differissero spesso per il modo in cui avevano intenzione di progettare le loro prossime mosse. Stronius infatti riteneva troppo cauto e lento il progetto di conquista di Tuma, e avrebbe preferito schiacciare con la forza le altre tribù. Non vedeva di buon occhio nemmeno l'alleanza con Metus, ritenendo che chi tradiva la propria gente non potesse essere considerato affidabile. Essendo uno Skrall élite, Stronius è superiore sia per forza fisica che per intelletto ai normali guerrieri Skrall.

Strumenti[modifica | modifica sorgente]

Stronius possiede una mazza spinata, tipica della classe a cui appartiene, e un Lanciatore Thornax.

Set[modifica | modifica sorgente]

Stronius è stato rilasciato nel set 8984, che conteneva 55 pezzi, nell'estate del 2009, come set medio.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.