Ta-koro era il villaggio del fuoco di Mata Nui. Era governata da Vakama e protetta da Tahu, insieme alla Guardia di Ta-koro. Era la casa dei Ta-Matoran.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Ta-koro venne costruita da Vakama insieme ai suoi Matoran nei pressi del Vulcano Mangai dopo che questi erano arrivati sull'isola, dopo essere fuggiti da Metru Nui. Per un breve periodo Takua, un Av-Matoran nascosto tra i Ta-Matoran che viveva con loro, venne cacciato a causa dei problemi che provocava. Venne fatto tornare dopo che riuscì ad evocare i sei Toa Mata sull'isola. Tahu, appena giunto, conobbe Vakama e divenne il protettore del villaggio. Quando i Bohrok vennero liberati, uno sciame formato da Pahrak e Kohrak assaltò Ta-koro, iniziando a radere al suolo le abitazioni dei Matoran. I Toa, appena giunti dopo la battaglia con Teridax, riuscirono a sconfiggerli ed a liberare la città generando una tempesta. Ta-koro venne dunque ricostruita e si allargò ulteriormente. Tuttavia, quando Teridax seppe che la Maschera della luce era stata trovata, inviò tre Rahkshi per trovarla. Questi, per prima cosa, attaccarono Ta-koro sperando di scovare Takua e Jaller. Tahu e Gali tentarono di difenderla, ma vennero sconfitti senza troppe difficoltà. Il villaggio fu quindi distrutto ed affondò nel lago di lava in cui si trovava, mentre gli abitanti abbandonavano di corsa la città.

Località[modifica | modifica sorgente]

Lo stadio di Kolhii

Ta-koro era situata nei pressi del Vulcano Mangai, vicino allo Stretto di Tren Krom, e si trovava al centro di un lago di lava. Per raggiungere la terraferma vi era un ponte di roccia che collega le due sponde e poteva essere alzato/abbassato meccanicamente. Nel villaggio erano situati il Suva di Tahu ed uno stadio di Kolhii.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.