"Il mio tempo è giunto. Sono stato fatto per combattere."

—Tobduk, Brothers in Arms

Tobduk è un membro dell'Ordine di Mata Nui.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Tobduk in origine viveva su una piccola isola a sud di Nynrah. Un giorno Chirox invase l'isola con un'orda di Visorak, costringendo Tobduk ad abbandonare il suo villaggio, che come gli altri venne distrutto. Tobduk si rifugiò su Stelt e si unì poi all'Ordine di Mata Nui, decidendo di cambiare il proprio nome e ribattezzandosi "Tobduk", che significa in lingua Matoran "sopravvissuto". Quando Artakha chiese all'Ordine di cancellare ogni traccia dell'esistenza del suo reame, Tobduk venne incaricato di assassinare chiunque conoscesse la posizione dell'isola. Tra le sue vittime vi furono perfino membri stessi dell'Ordine, e Makuta Kojol. Per ucciderlo, Tobduk manipolò un virus in grado di divorare il protoacciaio che Kojol aveva portato su Xia, liberandolo sul Makuta stesso e distruggendo la sua armatura. Il suo antidermis venne invece distrutto all'interno di una delle fornaci dell'isola. Il guerriero recuperò in seguito il virus. Si occupò anche dell'addestramento di Mazeka, riuscendo sempre a sconfiggerlo perché in combattimento si alimentava della rabbia del Ko-Matoran. Quando poi Helryx lasciò Daxia per dirigere le operazioni di guerra contro la Confraternita, Tobduk venne lasciato a governare l'isola e Mazeka lo incontrò per chiedergli dove si trovasse il "nucleo" dell'Universo Matoran, in cui era diretto il suo acerrimo nemico Vultraz. Tobduk promise al Matoran di aiutarlo, se prima però lo avesse assistito in una missione per cui stava per partire. La coppia raggiunse quindi Destral, che era sotto attacco da parte dell'Ordine, e fece irruzione nei sotterranei, dove si trovavano Makuta Tridax e Vezon. Tobduk rilasciò il virus usato anni prima su Tridax, distruggendo la sua armatura, dopodiché annientò il suo Antidermis polverizzandolo con la sua lancia, dopo aver raccontato a Makuta la sua tormentata storia. Mazeka intanto si occupò di eliminare Vezon (in realtà preferì risparmiarlo) e i due poterono lasciare la fortezza, che stava iniziando a crollare. Tobduk dunque rivelò al Ko-Matoran che Vultraz si trovava a Karda Nui. Dopo la morte di Teridax, Tobduk è migrato verso Spherus Magna.

Poteri[modifica | modifica sorgente]

Tobduk ha il potere di assorbire la rabbia altrui e propria per diventare più forte, perciò è in perpetua collera. È alto ben tre metri e, sebbene appaia piuttosto magro, è molto muscoloso. Come tutti i membri dell'Ordine, possiede una schermatura per prevenire attacchi o letture mentali.

Maschera e strumenti[modifica | modifica sorgente]

Tobduk indossa una Grande Sanok, che lo aiuta ad avere una mira infallibile e quindi eseguire le sue missioni omicide con estrema precisione. Possiede un pugnale di protoacciaio ed una lancia che può sprigionare raggi di energia. La punta della lancia ha la forma della testa di una vipera mortale.

Citazioni[modifica | modifica sorgente]

"Il peggior nemico di un Makuta? Preparati, stai per conoscerlo."

—Tobduk a Tridax, Destiny War


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.