"Ne so qualcosa di come i Vorox erano trattati nel deserto in questi anni. Cacciati, perseguitati, considerati come mostri... tutto dalle così dette razze intelligenti. Forse potrebbe essere una buona idea per te e i tuoi compagni sperimentare un po' di quello che hanno sperimentato loro... potrebbe risultare una lezione preziosa, anche se inevitabilmente l'ultima."

Kabrua a Gelu, The Yesterday Quest

I Vorox sono i guerrieri della Tribù della sabbia. A seguito della frantumazione, i Vorox di Bara Magna sono regrediti ad uno stato bestiale e sono stati esclusi dalla società.

Storia[modifica | modifica sorgente]

I Vorox erano conosciuti in origine come guerrieri valorosi, ma, come tutti i membri della Tribù della sabbia, più solitari. Una di loro fu scelta dai Grandi Creatori per diventare la Signora elementale della sabbia e fu resa sovrana della sua Tribù. In seguito, i Grandi Creatori condussero esperimenti su tutti i Vorox, donando loro resistenti pungiglioni sulle code. Dopo aver combattuto al servizio della loro sovrana nella Guerra del nucleo, i Vorox che si ritrovarono, a seguito della frantumazione, su Bara Magna iniziarono un processo di regressione verso uno stato bestiale, finendo per perdere la loro identità individuale. Come loro anche gli Agori della Tribù, gli Zesk, andarono incontro allo stesso processo. Esclusi dalla società del pianeta e trattati come bestie, i Vorox iniziarono ad essere cacciati e uccisi dai Cacciatori di ossa, oppure catturati dagli Skrall ed imprigionati a Roxtus per svolgere varie mansioni. Al contrario, i Vorox che si ritrovarono su Bota Magna mantennero intatte le loro facoltà mentali, stabilendosi in una grande e prospera città. Un giorno il Glatorian Malum fu esiliato dal suo villaggio e si imbatté in un branco di Vorox nel deserto. Dopo aver affrontato e sconfitto il loro leader, Malum ottenne il controllo dei Vorox. Tempo dopo sei Vorox attaccarono Gresh e Berix durante un loro viaggio nel deserto, costringendoli a cercare rifugio in una vecchia arena abbandonata. Uno di loro scavò un tunnel per scovarli, ma si ritirò dopo essere stato spaventato da un manichino usato per addestrarsi.

Un Vorox come set

Gresh e Berix allora posizionarono intorno all'arena numerosi manichini e il giorno seguente i Vorox, avvistati i fantocci, decisero di allontanarsi. Malum e il suo branco tempo dopo assaltarono una squadra di Skrall e si ritirarono dopo averla sconfitta. Gli Skrall, dopo essersi riforniti di soldati, il giorno dopo tornarono sul posto per catturare Malum. Questi aveva previsto il loro ritorno, ma venne colto di sorpresa e catturato, perciò i Vorox si arresero. Malum venne quindi condotto a Roxtus, dove Tuma gli ordinò di entrare in un'arena dove erano tenuti in cattività alcuni Vorox, per osservare la sua abilità di controllarli. Malum placò le creature e riuscì a far provare la stessa cosa ad uno Skrall, solo per irritare i Vorox, che si scatenarono contro gli Skrall e riuscirono a fuggire dalla città insieme a Malum. Giorni dopo un Agori proveniente da Vulcanus alla ricerca di alleati contro i Cacciatori di ossa incontrò uno Zesk e, dopo avergli dato dello stufato di Thornax, fu ricoperto da una fragranza tipica degli Zesk, con cui divenne un alleato degli Zesk e dei Vorox. In seguito Malum e i suoi Vorox si scontrarono sulle Montagne dalle punte nere con il predone Fero e lo ridussero in fin di vita; subito dopo incontrarono una carovana scortata da Gresh e Strakk. I Vorox catturarono Tarduk e Kirbold, che guidavano il carico, e Malum costrinse i due guerrieri a recarsi a Roxtus per riportargli una lancia che gli era stata sottratta. I due Glatorian tuttavia tornarono al campo solo per liberare i due Agori, spaventando i Vorox con una pietra luccicante, ma Malum se ne accorse e guidò i Vorox al loro inseguimento, che terminò con la caduta del carico sul fondo di un fiume. Il branco poi incontrò nuovamente la carovana, questa volta scortata anche da Ackar e Kiina, che era inseguita da alcuni Skrall. Ackar riuscì ad ingannare gli Skrall per metterli contro i Vorox, che dopo lo scontro dovettero ritirarsi. In questo periodo, alcuni Vorox di Malum tesero un'imboscata a Gresh, Strakk e Tarix mentre i tre si recavano a Vulcanus, ma il loro leader diede loro l'ordine di allontanarsi.

Vorox imprigionati a Roxtus

Poco prima del Grande Torneo, Malum e i suoi Vorox si recarono nei pressi di Atero, dove trovarono Gresh. Malum avvisò il Glatorian che una "tempesta" avrebbe sconvolto la città, ma non venne ascoltato da Gresh, che lo costrinse ad andarsene dalla zona. Alcuni giorni dopo Malum fu contattato da Ackar e Gelu con la richiesta di aiutare Vulcanus, che a breve sarebbe stata attaccata dai Cacciatori di ossa. L'ex Glatorian accettò solo di rallentare i predoni, perciò guidò il suo branco contro un loro accampamento, causando feriti e morti da entrambe le parti. Seguendo l'ordine del loro capo, i Vorox si ritirarono dopo lo scontro ed emisero un grido di guerra per celebrare la vittoria sui Cacciatori. Mata Nui, poco dopo essere atterrato nel deserto, fu attaccato da un Vorox solitario. La bestia tentò di colpirlo col suo pungiglione, che però le fu reciso con lo scudo da Mata Nui, che lo reclamò per sé. Spaventato, il Vorox fuggì via. Molto tempo dopo, Metus divenne padrone di Roxtus e degli Skrall e ordinò di liberare alcuni Vorox prigionieri affinché combattessero i Glatorian che avevano attaccato la città. Due di loro però sbarrarono la strada proprio a Metus, che stava cercando di scappare, e ribaltarono il suo veicolo. L'Agori traditore venne dunque catturato da Mata Nui. Tempo dopo Mata Nui prese il controllo del Robot prototipo ed avvertì gli abitanti di Bara Magna che un pericolo era imminente e che doveva nascondersi al più presto. I Vorox, spaventati dalla sua voce, si rifugiarono all'istante sotto terra. Poco dopo, a seguito della Battaglia di Bara MagnaVelika si mise in contatto con i Vorox di Bota Magna, ora tornata a far parte di Spherus Magna, e informò il suo agente Kabrua delle terribili condizioni in cui i Vorox di Bara Magna erano stati tenuti in quegli anni, così da fomentare il loro odio per i Glatorian e gli Agori, e donò loro degli speciali blaster, oltre ad un dispositivo in grado di cancellare i poteri elementali dei Toa. Alcuni di questi Vorox e Kabrua poco tempo dopo catturarono una spedizione composta da Gelu, ZariaChiara e Orde. Kabrua parlò a Gelu della storia dei Vorox su Bota Magna, dopodiché condusse i prigionieri fino alla sua città e il giorno seguente li liberò in un bosco per organizzare una battuta di caccia con i suoi simili. I Toa tentarono di sorprenderli con un'imboscata, ma i Vorox usarono il dispositivo di Velika per bloccare i loro poteri. Kabrua e altri di loro invece andarono all'inseguimento di Gelu e Orde e seguirono i loro passi fino ad un fiume, supponendo che lo avessero attraversato. Orde, in realtà nascosta nei paraggi, usò allora i suoi poteri psichici per leggere nella mente di Kabrua, scoprendo così che il Vorox era al servizio di un Grande Creatore nascosto, senza però scoprire che si trattasse di Velika.

Abilità e caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Un Vorox nel deserto

A causa di esperimenti fatti dai Grandi Creatori, ogni Vorox possiede un potente pungiglione sulla coda. Di natura aggressivi e solitari, i Vorox su Bara Magna hanno perso, nel corso di alcune generazioni, molte delle loro facoltà mentali e si sono organizzati in una società animalesca, con branchi guidati da maschi alfa. Possiedono un linguaggio composto in gran parte da gesti e schiocchi, ma sono anche in grado di parlare una versione sgrammaticata dal normale linguaggio Glatorian. I Vorox riconoscono i loro alleati tramite uno speciale odore che gli Zesk sono in grado di spruzzare. Reagiscono in modo primitivo a fenomeni come bagliori, boati o fiamme. Sono attratti da oggetti luminosi, per il cui possesso combattono anche fra loro. Vivono solitamente in tunnel scavati sotto terra e cacciano prevalentemente di notte. Tutte queste caratteristiche non contraddistinguono i Vorox di Bota Magna, rimasti uguali a come erano prima della frantumazione.

Strumenti[modifica | modifica sorgente]

I Vorox di Bara Magna sono dotati di strumenti vari, come lance o spade, solitamente grezze, ed anche Lanciatori Thornax. I Vorox alleati di Kabrua possiedono blaster speciali donati a loro da Velika, che generano esplosioni energetiche.

Vorox conosciuti[modifica | modifica sorgente]

  • La Signora elementale della sabbia (trasformata)
  • Molti Vorox catturati ed imprigionati a Roxtus dagli Skrall
    • Due Vorox tenuti in catene nella cella in cui era stato rinchiuso Malum
    • Sei Vorox accompagnati allo scoperto da Branar; tutti uccisi dai Baterra (deceduti)
    • Due Vorox liberati durante la battaglia di Roxtus, che hanno poi impedito a Metus di fuggire
    • Un numero ignoto di Vorox usate come esche per i Baterra (deceduti)
  • Un centinaio circa di Vorox al servizio di Malum
    • Il precedente leader del branco, sconfitto e poi ucciso da Malum (deceduto)
    • Due Vorox imprigionati con Malum a Roxtus, poi fuggiti insieme a lui
    • Diversi Vorox uccisi nella battaglia al campo dei Cacciatori di ossa (deceduti)
    • Alcuni Vorox che hanno attaccato Gresh, Strakk e Tarix mentre si recavano a Vulcanus
    • Alcuni Vorox che hanno scortato Malum quando si è recato ad Atero per parlare con Gresh
  • Un branco di Vorox che ha attaccato Berix e Gresh nel deserto, costringendoli in un'arena
  • Un Vorox che ha attaccato Mata Nui dopo il suo arrivo su Bara Magna
  • Molti Vorox rimasti su Bota Magna, che hanno mantenuto le loro capacità

Set[modifica | modifica sorgente]

Un Vorox con uno Zesk

Un Vorox è stato rilasciato come set medio nell'inverno del 2009. Conteneva 51 pezzi e il suo codice era 8983.

Citazioni[modifica | modifica sorgente]

"I Vorox erano creature da deserto aperto. Odiavano la prigionia, o l'essere costretti a viaggiare in una direzione o in un'altra. Qualsiasi occasione di fuga era colta all'istante. Non era raro tornare da una di queste missioni con meno Vorox di quanti uno ne avesse all'inizio.

—Narratore, Empire of the Skrall


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.